Faq

Domande e Risposte per la tua salute orale!

Spesso i pazienti si trovano di fronte a dubbi di varia natura entrando in uno studio dentistico. Da come mantenere in salute i propri denti tutti i giorni alla gestione dello studio dentistico o a come potrà tornare ad avere un bel sorriso. La paura, l'ansia di dover affrontare cure mediche odontoiatriche spesso si riscontra nei pazienti ed può risultare un limite per il paziente stesso. Altri dubbi che abbiamo riscontrato nelle domande dei pazienti affrontano tematiche come la sterilità dei ferri, delle poltrone e di tutto il materiale utilizzato quotidianamente.

Per questo abbiamo deciso di inserire e di racchiudere in questa sezione le principali domande e risposte che ognuno di noi può farsi.

Dalla prima visita al termine delle terapie mediche svolte!

 

1) Quando devo recarmi dal dentista per una visita o un generico controllo?

Le visite odontoiatriche (e anche i controlli) è consigliabile farle almeno una volta all'anno

2) Quante volte devo lavarmi i denti al giorno?

Il dentista o l'igienista dentale consigliano di lavarsi i denti almeno 3 volte al giorno (tendenzialmente dopo i pasti principali) utilizzando lo spazzolino e il filo interdentale

3) E' necessario l'uso del collutorio?

I collutori non sono indispensabili nella pratica di igiene quotidiana. Esistono in commercio collutori generici che possono essere utilizzati come coadiuvanti all'igiene orale per mantenere un alito fresco e una carica batterica controllata. Esistono anche collutori specifici che vanno utilizzati solo sotto stretto consiglio medico. Il consiglio è quello di evitare collutori a base alcolica ma a base fluoridica o di olii essenziali.

4) Quanta dura la prima visita?

La durata della prima visita varia a seconda delle problematiche che il paziente presenta. In prima visita si esegue sempre un'indagine orale intra ed extra orale accompagnata da una radiografia completa delle arcate dentarie (chiamata ortopantomografia)

5) Perchè mi sanguinano le gengive?

Le gengive sanguinano generalmente quando placca o tartaro colonizzano la bocca in modo eccessivo. Non bisogna sottovalutare un semplice sanguinamento anche localizzato a un dente ma occorre prenotare una visita per un controllo e indagare subito il problema. Molto probabilmente c'è necessità di eseguire una seduta di igiene orale.

6) Quanto dura una seduta di igiene orale?

La seduta dura tra i 45 minuti e l'ora. Le tempistiche variano in base al paziente e alla situazione orale che si presenta. Durante la seduta vengono sempre dati al paziente ottimi consigli per il mantenimento della salute orale anche a casa

7) Ho paura di sentire male/dolore. Come posso fare?

Nel nostro studio utilizziamo tutte le metodiche per evitare la sensazione di dolore al paziente. Se il tuo problema è l'ansia o il dolore non ti preccoupare troveremo la soluzione adatta a te

8) Che cos'è un impianto?

Gli impianti sostituiscono completamente le radici dentali e vanno quindi a ripristinare situazioni di parziale o totale edentulia garantendo al paziente una corretta ed equilibrata masticazione. Grazie all'inserzione di impianti singoli riusciamo a ripristinare anche mono edentulie risparmiando i denti adiacenti, riducendo così il coinvolgimento biologico degli altri denti.

9) L'alimentazione è importante al fine di salvaguardare la salute dei miei denti?

Certamento l'alimentazione e i cibi che assumiamo ogni giorno svolgono un ruolo fondamentale sulla nostra salute orale. Cibi ricchi di zuccherri favoriscono i processi della carie dentale e radicolare, l'uso eccessivo di spezie o sale può portare il paziente ad infiammazioni di tutte le mucose orali (gola, lingua, gengive). E' sempre consigliato un consumo frequente di mele che favoriscono un'autodetersione del cavo orale e di gomme da masticare prive di zuccherri contenenti xilitolo (antibatterico naturale).

10) A che età è consigliabile andare dal dentista per la prima volta?

Il periodo più indicato per recarsi dal dentista è intorno ai 3-4 anni quando i primi denti da latte sono già erotti in arcata. Prevenire è sempre meglio che curare!

11) Fluoro ai bambini? Si o no? Quali concentrazioni?

Il fluoro è un elemento fondamentale per preservare i denti dalla carie radicolare e per mantenere sempre i denti in salute. Nei bambini il fluoro può essere assunto in varie modalità. E' importante conoscere e indagare le abitudini del paziente; il fluoro può essere assunto tramite la dieta, tramite le acque fluorate (in diverse regioni d'Italia, tendenzialmente al sud, le acque pubbliche sono fluorate) o tramite pastiglie. Le concentrazioni variano in base alla necessità e sono da valutare direttamente in studio con un professionista o tramite la figura del pediatra. Evitare l'assunzione di fluoro prima di consultare un medico previene il rischio di fluorosi.

12) Spazzolino elettrico o spazzolino manuale?

La scelta dello spazzolino è indifferente se si tratta di un manuale piuttosto che di un dispositivo elettrico. Spesso ci si regola in base alle abitudini quotidiane del paziente. Gli ultimi spazzolini elettrici sono molto validi poichè garantiscono, grazie all'aumento delle pulsazioni e delle rotazioni, una corretta e completa pulizia delle arcate dentali. Assolutamente da sconsigliare invece per la categoria dei manuali sono le setole dure e troppo aggressive che spesso portano il paziente ad avere problemi di ipersenbilità e gengivali.

13) Cos'è l'Invisalign?

Invisalign è una metodica all'avanguardia per allineare i propri denti utilizzando mascherine trasparenti, confortevoli e removibili. Eliminando così il fastidio dei ferretti ortodontici e dell'ingonbro che un apparecchio fisso può dare. Il nostro studio dentistico da ormai 10 anni adotta questa tecnica con riconoscimenti ogni anno sempre più importanti.

14) La mattina mi sveglio con dolori articolari (articolazione della mandibola) e mal di testa o mal di schiena. La causa può essere correlata ai miei denti?

Quotidianamente riscontriamo nei pazienti problemi di articolazione e di occlusione. Il bruxismo è la "patologia" più conosciuta quando si parla di dolori articolari o mal di testa riferiti ai denti ed è correlata a usura dei denti frontali (incisivi superiori e inferiori). Si verifica in quei pazienti che tendono a scaricare, durante il sonno, le tensioni muscolari direttamente sui denti usurando così via via la corona dentaria. In questi casi è fondamentale una visita dal dentista.

15) Come evitare la carie?

Corretta igiene orale, un'alimentazione sana ed equilibrata e per i più piccoli sigillature preventive dei solchi sono gli elementi chiave per evitare la carie. Per sigillature intendiamo l'applicazione di materiale di colore chiaro nei solchi e fossette dei molari da latte e permanenti.

16) Mio figlio ha alcuni denti da latte cariati, li devo far curare?

Se il dente da latte è prossimo alla caduta non è necessario, se invece deve restare ancora a lungo in bocca sì. Permettendo alla carie di distruggere il dente viene perso spazio nell'arcata, il che comporta problemi ortodontici. In più un dente cariato è una fonte di infezioni batterica.

17) Soffro di piorrea (malattia parodontale), come posso curare i miei denti?

La malattia parodontale, o piorrea, è una patologia infettiva che colpisce prevalentemente tutti i componenti del parodonto (dal greco "par odontos" ciò che sta intorno al dente) come la gengiva, il cemento radicolare, il legamento parodontale e l'osso. Può degenerare fino alla perdita di uno o più elementi dentari. Per contrastare il progresso della patologia sono necessario accurate procedure di igiene orale con lo scopo di ridurre la carica batterica (placca e tartaro in prevalenza) sia a livello sopra gengivale che in aree sotto gengivale. Studi scientifici dimostrano che una buona igiene orale e una corretto piano di cure consentono un buon successo della terapia e il mantenimento dei denti colpiti da piorrea.

18) E' così importante il filo interdentale?

Il filo interdentale ricopre un ruolo fondamentale nell'igiene orale domiciliare. Grazie al filo riusciamo ad eliminare residui di cibi, batteri e quindi placca nelle zone dove le setole dello spazzolino non possono arrivare. Inoltre l'utilizzo costante del filo ci aiuta a prevenire dall'insorgenza di infiammazioni e stimola la gengiva alla produzione di cheratina (una patina che rafforza e protegge la parte interdentale della gengiva chiamata papilla)